04/12/2017
Vino e Italia, un amore corrisposto
Il vino in Italia è parte del patrimonio storico e culturale dell’intero Paese
Vino e Italia, un amore corrisposto
Il buon vino italiano è sempre più conosciuto e apprezzato nel mondo, e con buona ragione: quella del vino in Italia è una tradizione non solo secolare, ma addirittura millenaria, che non poteva che dare risultati di altissima qualità in grado di farsi riconoscere come prodotti di eccellenza in tutto il mondo. D’altra parte, non c’è una sola regione del Belpaese in cui non si coltivi la vite e non si produca il vino: il risultato è non solo nella qualità, ma anche nella grandissima varietà di offerta di bianchi, di rossi e di rosé dai mille profumi e caratterizzati da un’infinità di note e di aromi in grado di soddisfare tutti i palati e di offrire l’abbinamento perfetto a ogni piatto.
Non stupisce dunque che anche le degustazioni di vini abbinati a ricette che vanno da quelle tipiche italiane a quelle più lontane dalle tradizioni culinarie della Penisola abbiano sempre più successo.
IL VINO IN ITALIA È PATRIMONIO NAZIONALE: NON ESISTE UNA SOLA REGIONE ITALIANA CHE NON ABBIA VINI DI QUALITÀ E UNA PRODUZIONE TIPICA DEL TUTTO PECULIARE. D’ALTRA PARTE, LA PRESENZA DEL VINO IN ITALIA È ANTICHISSIMA, TANTO CHE PER I GRECI ERA “IL PAESE DELLE VITI”
Insomma, il vino in Italia fa parte a pieno diritto del patrimonio nazionale: la grande varietà di uve e di vini che ne derivano non ha eguali in nessuna altra parte del mondo e proprio il vino è al centro di una cultura legata alla buona cucina che trova sempre più estimatori in tutto il mondo. Una curiosità: già gli antichi greci avevano notato questa italica passione per il vino, tanto da chiamarla “il paese con le viti sostenute dai pali”. Insomma, la presenza della vite da vino in Italia sarebbe davvero antichissima, anche se le prime coltivazioni vere e proprie paiono risalire agli Etruschi: arrivarono poi i Romani e con le loro conquiste l’abitudine a consumare vino si diffuse per buona parte del mondo antico.
 
Il vino in Italia è una ricchezza inestimabile

Chiunque ami il vino sa che in Italia troverà una festa per i suoi sensi: un viaggio lungo la Penisola è anche un viaggio tra piccoli e gradi produttori locali, vini celebri nel mondo e altri che, pur essendo meno conosciuti, possono essere delle piacevolissime sorprese.
CENTINAIA DI UVE DIVERSE, VARIETÀ AUTOCTONE DI INESTIMABILE VALORE STORICO, UNA TRADIZIONE MILLENARIA: IL VINO IN ITALIA È RICCHEZZA IN TUTTI I SENSI
D’altra parte l’Italia può vantare centinaia di uve diverse, tra cui quelle autoctone di grandissimo valore per la loro particolarità (e proprio in questi ultimi anni oggetto di una bella riscoperta, un processo senza dubbio da incentivare) che danno vita a una miriade di vini: non è poi passato molto tempo da quanto quasi ogni attività agricola poteva vantare una sua propria produzione vinicola, a volte destinata alla vendita a volte per un utilizzo locale o addirittura familiare, quando la vita si articolava attorno alle grandi cascine.